ATTENZIONE!

ATTENZIONE!
La lettura di questo blog è sconsigliata a donne adulte non accompagnate da sense of humor.

venerdì 24 ottobre 2014

CHI NON MUORE...

                                                                     
Ma ciao a tutti! 
È qualche giorno che meditavo di tornare a battere qualcosa sui tasti dell'iPad e dopo ore ed ore passate a cercare di recuperare la mia password, eccomi qua! 
Credo cheil mio ultimo post risalga all'anno scorso... Qualcuno se n'è accorto e mi ha fatto piacere. Senza mazzette sotto banco, diverse persone mi hanno chiesto di continuare a scrivere e lo farò.
Credo sia un momento più che propiziò per la scrittura; mi trovo molto spesso a parlare da sola  e probabilmente scrivere  è considerato socialmente più accettabile. 
Vi informo che ho FINALMENTE ripreso a studiare e tra pochi giorno sosterrò il mio primo esame da fuoricorsista professionista.
In facoltà ho rivisto facce vecchie  ed è stata una sensazione tanto piacevole quanto inquietante...        " COSA DIAVOLO CI FATE ANCORA QUI?" è stato il mio primo pensiero. 
Il secondo è stato " queste matricole sono davvero laboriose, mi mettono un'ansia non indifferente". 
Ci saranno alcuni cambiamenti nel mio BLOB, a cominciare dal titolo che chi mi ha seguita per un po', saprà aver perso il suo significato originale post dopo post, dopo post....
Ero tentata di cancellare i miei " pezzi" più brutti, ma li lascerò lì, perché alla fine anche io a volte sono noiosa, sconnessa e decisamente poco interessante, come loro. 
Perché nascondersi, allora? Perché cercare sempre di mostrare solo il bello di se stessi? 
Non trovando riposta a questa domanda, ho preso la mia decisione: i brutti post resteranno sul mio non blog, così come le mie borse sotto gli occhi.
Sono appena tornata da un set molto divertente con dei clienti giapponesi e, per quanto abbia voglia di scribacchiare, sono troppo stanca e salutandovi, vi ripropongo un vecchio pezzo, credo uno dei primi.
A prestissimo
Sempre " vostra" ( di chi poi...?) 
Miss MM 




lunedì 29 aprile 2013

#Il blocco del blogger#


"Le perle di pimp"?
Ma come m'è venuto in mente?
A parte che a vestire me stessa sono una frana completa e poi, avere un appuntamento settimanale prestabilito è una delle cose che più detesto al mondo, seconda sola al ''frutto'' suggerito come spuntino nelle diete dimagranti!
Come se la vita non fosse già piena di doveri e di scadenze da rispettare.
Questo è e deve rimanere un blob, un'accozzaglia di pensieri sparsi, altro che "corner fashion".
Che poi ''fashion'' è un termine davvero irritante. Tutti si riempiono la bocca di ''fashion''.
Ok, ufficilamente bandisco per sempre ''le perle di pimp'' da questo antro remotissimo del web e mi autoassolvo dal compiere il noioso dovere che mi ero furbamente imposta.
Oltre all'ansia di non aver tenuto fede al mio proposito modaiolo di serietà, a tenermi lontana da voi, cari lettori, è stato ovviamente il lavoro e la scrittura per PrimaPagina e per StarsSystem.
Mi sento un po' come il vostro orrido fidanzato assente, ma spero che, come fate con lui- zerbinacce maledette- perdonerete anche me e continuerete ad amarmi ogni giorno di più, anche grazie alla mia latitanza. Ma non credo che anche nel blogging vinca chi fugge.
Sono appena stata a fare colazione con la mia nuova ossessione gastronomica, le donuts alla Homer Simpson... così belle, tonde, grasse...

Non vi nascondo che, anche se la mia preferita a livello di papilla gustativa è quella bianca, spesso cedo e compro (e mangio) quella rosa, solo per il colore. Dai, come si fa a resistere ad un alimento ROSA?
A parte questo, il post di oggi  nasce per rendervi partecipi della mia partenza verso un destinazione che non specifico, in una data prossima, ma che non specifico, per un periodo di tempo che non specifico, perchè la mia amica C. ha detto che devo piantarla di sbandierare la cosa ai 4 venti, che porta sfiga.
Non sono sicura che là avrò modo di farmi viva... comunque sono davvero eccitata per questo viaggio. E spaventata, ok.
Per ora non ho tendenzialmente altro da dire: adesso esco e mi getto nello shopping pre-partenza più sfrenato ed inutile.
Il centro mi aspetta: attenti automobilisti, perchè  il pedone più temibile è in città; chi mi conosce lo sa, mi lancio indomita nel traffico col mio microscopico personalino e la convinzione di un caterpillar.





sabato 23 marzo 2013

LE PERLE DI PIMP #1

Ehya!
benvenuti nel nuovo corner dedicato al..f..al fas...al fashion. 
Dio, che brutta parola, ma come altro spiegarvelo?
Super novità del mio blob: ''Le perle di pimp'', ogni settimana un look Manu Made, da cui prendere liberamente spunto, ma anche no.

E' primavera, gli uccellini cantano, i peschi sono in fiore (?) e nei guardaroba è un'esplosione di colore!
 Don't worry,
Il mio pare non essere stato coinvolto nella detonazione cromatica.
 Make up
-Fondo fluido Nude di dior 09;
-Cipria trasparente Diego DallaPalma;
-Lipstick rosso randomico di marca cinese sconosciuta e probabilmente contenente componenti altamente dannosi per la mia salute;
-Blush KIKO multi tone 02 ''Quirity pink'' acquistato solo ed esclusivamente per il pack irresistibile;
-Mascara ''Dior show''

Hairstyle:
Ponytail tiratissima, effetto liftante + 45 spruzzate di lacca a presa rapida lunga tenuta



Top: Tally weijl, conosciuto anche come il negozio di cui nessuno conosce l'esatta pronuncia del nome.
Shorts: Bershka, conosciuto anche come il negozio in cui le ragazze fanno shopping quando finiscono i soldi
Bracciale: Chanel
Collana (giuro, c'è) Fendi  

Vedete, come le migliori fashion blogger, ho sapientemente mixato griffes e pezzi cheap e questo dovrebbe bastare a conquistare la vostra fiducia.
Per ora bambole vi saluto, ma state all'occhio, perchè le soprese non finiscono qui!

State seguendo vero la mia IMPERDIBILISSSSIMA rubrica ''InsideTheSYSTEM'' ?
 

 



 

mercoledì 20 marzo 2013

Stipsi esistenziale

Lo so, lo so, non dite niente...
Sono più sfuggente degli abiti di Belen.
Ragà, ormai lo sapete, c'avete fatto il callo e siete consapevoli che, anche quando non mi vedete, ci sono.
Non ho ancora realizzato i propositi del post precedente, ma, appena raccolte le forze necessarie,  percorrerò quei sette minuti che dividono la mia abitazione dalla facoltà e andrò ad iscrivermi.
Per quanto riguarda la macchina fotografica, ho qualche problema con la messa a fuoco...                Per il resto, Meisel ha già iniziato a tremare.
Ho il pc rotto, causa mancato acquisto di un antivirus, la batteria della macchina scarica, causa mancato spegnimento delle luci ed il cervello un po' in stand by, causa scarso utilizzo dello stesso.
Sono giorni pigri... E se sto così, sarà la primavera, ma non regge più la scusa no, no....
Ho bisogno di stimoli nuovi...
La passione per l'arredamento di sta afflosciando, una voce bastarda nella mia testa mi impedisce di darmi allo shopping sfrenato, giocando la carta del buon senso e sono molto vicina a fare del pasteggio a base di latte e brioche un vero e proprio hobby.
La realtà e' che questa settimana avrei dovuto essere a Roma, ma la pigrizia si è impossessata di me ed ora sono costretta a casa, tra queste mura rosa, senza un computer, senza una macchina... Senza un libro da leggere, che non sia di Sophie Kinsella.
Scrivo dal tablet e, per quanto io lo ami, non essendo abilissima con la tecnologia, non ho nemmeno idea di come si inseriscano le immagini, quindi questo post sarà grigio e vuoto... Come me.




giovedì 7 marzo 2013

NEVER STOP!

Buonasera a tutti...
sono le 23.50 e io sono a casa febbricitante...
Volevo dare un segno di vita, dato che sono sparita per un po' e l'ultimo post si intola ''la fine del blog''.
Non vorrei darvi false speranze, ecco.

Riassunto degli ultimi giorni
-acquistato macchina fotografica con serie intenzioni di imparare ad usarla
-inserito nei ''preferiti'' la pagina dell università di comunicazione e marketing, con serie intenzioni di iscrivermi
-iniziato a posare per set editoriali, con serie intenzioni di dimostrare a chi non ci crede, che nonostante le carenze verticali, le mie capacità vanno oltre al catalogo barbie-like

Alle superiori ho iniziato il liceo linguistico e dopo un anno mi sono autospedita all'istituto d'arte. 
A 17 anni sono andata  a vivere con mia sorella, passando dai monti a Reggio Emilia. 
A 19 anni mi sono trasferita  a Bologna, dove frequentavo lingue (e dove viveva il mio ex ex fidanzato), per poi trasferirmi subito dopo alla facoltà di Parma (avevo lasciato il mio ex  ex ex fidanzato). 
A 21 ho iniziato a fare la modella e a fare la spola tra Emilia e Toscana, (dove viveva il mio ex ex fidanzato)
A 25 anni ho deciso che Milano (dove viveva il mio nuovo ex fidanzato) fosse meglio ed eccomi in una ''bella'' casetta davanti alla metro... a 25 anni e mezzo ho pensato che sarebbe stato meglio spostarmi appena fuori (assieme allo stesso ex fidanzato)

Ora sono qui, a Reggio Emilia, single  da ben 4 mesi.
Ho cambiato le tende, ho un divano in tinta, cerco di mantenere uno stato di ordine e pulizia di medio livello e, quando non lavoro,  passo le giornate a pensare a  ciò che farò della mia vita.
Come avrete capito, i cambiamenti non mi spaventano.

L'anno scorso ho anche insegnato danza HIP HOP- e non c'è niente da ridere- per un paio di mesi, prima di stancarmi dei pagamenti ridicoli, che forse coprivano le spese di spostamento.
L'altro giorno, parlando con un amico che suona la batteria in un gruppo, ho supposto che fosse ragionevole cimentarmi anche nel canto, quindi è molto probabile che inizi presto questa nuova attività.
D'altronde, da piccola ero solista nel coro della chiesa e niente succede per caso no?
Mi piacerebbe anche studiare recitazione, vista la mia naturale propensione all'esibizionismo e la mia fortissima espressività, quindi sto cercando un corso nelle vicinanze. Magari vicino alla scuola di danza, dove ricomincerò le lezioni di Salsa, hip hop e modern, ora che ho di nuovo la macchina, dopo averla sfracellata contro lo spartitraffico in autostrada a dicembre o giù di lì.
Tranquilli, non mi sono fatta niente.

E comunque,  bisognerebbe sempre inseguire i propri sogni. Come faceva Grisù.






domenica 24 febbraio 2013

___LA FINE DEL BLOG___


Se è vero che siamo quello che mangiamo,  io sono il connubio perfetto tra caffelatte-brioche-pizza, non necessariemente in quest  ordine.
E se è vero che siamo quello che blogghiamo...bè, 'sta sera ho capito che io sono la persona meno  adatta ad avere  un blog...
Non ce la faccio, ragazzi.
Ed in un momento in cui persino Papa Ratzy, ha dato forfait, è doverosa una sincera analisi di coscienza.
Ormai lo avete capito anche voi, la mia testa è un vero disastro, sono l'incarnazione della confusione e, mentre all'equatore della razionalità, il sole batte alto e scalda i cuori, qui, i miei pensieri non godono di   un habitat altrettanto ideale e spesso congelano, prima d'aver preso forma e, cadendo come stalattiti di ghiaccio dall'alto, si frantumano in migliaia di cristalli trasparenti.
Ed è per questo che l'avventura con il mio blog finisce qui.

Come direbbe Briatore nel suo reality sul meraviglioso mondo degli imprenditori: Manuela, sei fuori.
Non sei adatta ad un fashion blog,  hai troppe scarpe e poche borse.
Non sei adatta ad un food blog, non hai nemmeno la moca per il caffè.
Non sei adatta ad un beauty blog,  ti trucchi nella  stessa identica  maniera dal 2006

Quindi, addio blog




















E benvenuto, Blob!
questo sarà il primo personal blob, in cui tutto è permesso e nulla è prevedibile.

Un bacione dalla vostra- sempre under costruction - Miss Manuela Mariani






venerdì 22 febbraio 2013

Vorrei Bloggare come Chiara





Vorrei bloggare come Chiara Ferragni,
vorrei sfilare come Chiara Ferragni,
firmare autografi alle fan, riempire la Vuitton e fare quel che fa Chiara Ferragni.
Vorrei vestire come Chiara Ferragni,
vorrei convivere con Chiara Ferragni
Se fin da piccola, i miei miti erano Barbie e l'Uomo ragno
adesso è solo
Chiara Ferragni


Sono brava a raccontarvi la mia vita, si
 ma lei di più, ma lei di più.
 Son la vostra blogger preferita, si,
ma lei di più, ma lei di più

Ma quanti post ancora?
Io aspetto il tuo commento,
 quanti post.
ancora?
 Io smetto di bloggare.....

perchè
purtroppo io non sono Chiara Ferragni
vorrei bloggare come Chiara Ferragni
firmare autografi alle fan,
riempire le Vuitton e fare quel che fa Chiara Ferragni






E mi scopro, così, anche autrice di testi originali e densi di significato.
Buona serata, bimbi.



your brown cake
e chi preferisce l'insalata alla torta, scagli la prima pietra.




venerdì 15 febbraio 2013

Piccole blogger crescono

9 mesi e 57 post dopo, sono ancora qui;
chi l'avrebbe detto?
Probabilmente  nemmeno io, vista la mia naturale propensione a stancarmi presto delle novità.
Ed invece mi sono appassionata alla scrittura ed affezionata a questo piccolo spazio virtuale, tanto che mi ritrovo spesso ad immaginare chi mi legge, dall'altra parte del monitor.
I commenti sono sporadici, ma le statistiche dicono che siete tanti, silenziosi spettatori, e questo mi riempie d'orgoglio.
Non molto tempo è passato da ''Il mascara non basta'', primo pezzo postato in questo antro del web, che oggi rileggo, sorridendo.
Quello che doveva essere un blog di cosmesi e bellezza è diventato ciò che leggete oggi, qualcosa che difficilmente potrà essere spiegato od inquadrato da una qualsiasi ''categoria''.
''PimpYourBeauty'' sono io; attraverso ora l'ironia pungente, ora la malinconia,  ora  l'acidità urticante che mi contraddistingue e fa si che ''o la ami o la odi, la Manu''.
Ed il titolo potrebbe risultare ad oggi improprio, ma non sarà cambiato.
Grazie a PYB, ieri, è uscito il primo articolo della mia nuova rubrica ''InsideTheSystem'', sulla rivista StarsSystem, magazine di moda, lifestyle, attualità, musica e cinema, di cui sono onorata di far parte.
...Altre sorprese e novità  aspettano però i lettori di PYB, quindi, se siete curiosi, continuate a seguirmi.

Un bacio a tutti
Vostra

Miss Manuela Mariani